Diritto di Rettifica

La vigilanza sul rispetto delle norme in materia di diritto di rettifica è una delle funzioni delegate dall'AGCOM:

"ogni volta che nel corso di una trasmissione radiotelevisiva locale sono diffuse immagini o sono attribuiti atti, dichiarazioni, affermazioni o pensieri contrari a verità, la persona o l'ente o l'aziena o l'associazione che si ritiene danneggiata, ha facoltà di richiedere all'emittente la diffusione di proprie dichiarazioni di smentita. L'emittente deve garantire, nella diffusione di tale dichiarazione, condizioni paritarie rispetto all'affermazione che ha reso necessaria la rettifica".

Se l'emittente non accoglie la richiesta la persona, fisica o giuridica, che ritiene di poter esercitare il diritto di rettifica, può rivolgersi al Corecom Campania che, dopo aver verificato la fondatezza della richiesta, ordina all'emittente l'immediata rettifica.

Qualora l'emittente non effettui, in tempi brevi, quanto ordinato, il Corecom trasmette la documentazione all'Autorità garante per le Comunicazioni che ha la facoltà di determinare una sanzione a carico dell'emittente.

la competenza del Corecom Campania in matria di rettifica, su delega dell'AGCOM, è riferita esclusivamente al settore radiotelevisivo regionale.

La richiesta di rettifica per poter essere accolta e valutata, deve essere sottoscritta con firma autenticata nelle forme di legge e deve riportare i seguenti dati:

-  il nome, il cognome, la residenza o il domicilio, il numero di telefono  di chi fa la richiesta;

-  gli elementi necessari ad identificare le notizie   di cui si chiede la rettifica;

-  copia della richiesta di rettifica inoltrata all'emitente e l'eventuale suo rifiuto.

La richiesta deve essere inoltrata e consegnata al Corecom Campania presso i suoi  recapiti.

Per il procedimento amministrativo e i recapiti, vedere anche le sezioni "Carta dei Servizi"  e "Contatti".